Apprendimento ibrido: Cosa aspettarsi dall’istruzione nel nuovo anno

Mentre i cambiamenti più importanti, come l’apprendimento a domicilio, erano misure temporanee durante l’apice del virus, molti altri sviluppi tecnologici sono destinati a rimanere e stanno influenzando il panorama a modo loro mentre guardiamo al nuovo anno. Il 2020 è stato in definitiva una grande anomalia nel campo dell’istruzione, con le scuole che hanno avviato misure di emergenza per adattarsi all’allontanamento sociale, all’apprendimento online e alla risposta del COVID. Tuttavia, i preparativi per l’anno accademico 2021/22 mostreranno quali cambiamenti e progressi si affievoliranno nella “vita dopo il COVID” e quali resteranno a lungo.

Apprendimento ibrido: Cosa aspettarsi dall'istruzione nel nuovo anno

Un paesaggio imprevedibile

È giusto dire che il settore dell’istruzione è di norma uno dei paesaggi aziendali più stabili: i cambiamenti avvengono in periodi di tempo più lunghi e il settore tende a essere piuttosto tradizionale nel suo approccio. Così, quando la pandemia COVID-19 ha colpito, costringendo il panorama educativo a cambiamenti radicali, il settore era in subbuglio.

L’apprendimento ibrido è una tendenza destinata a dominare il panorama dell’istruzione, in particolare nei livelli più alti come le università e i college. Questo non solo per l’anno in corso, ma per tutto il futuro. L’apprendimento online è diventato la norma durante la pandemia COVID-19, e da qui è nata l’esigenza di un apprendimento ibrido – una divisione ragionevole tra apprendimento tradizionale, fisico, e apprendimento virtuale online.

La maggior parte delle istituzioni educative ora comprende i vantaggi di una miscela di apprendimento sincrono e asincrono, e questo è probabilmente il più grande cambiamento del panorama dell’era dell’istruzione moderna. L’apprendimento ibrido apre molte porte a opportunità che non sarebbero state possibili senza abbracciare i progressi tecnologici.

I progressi tecnologici non rallenteranno

È opinione diffusa che l’apprendimento virtuale rallenterà e diventerà molto meno importante man mano che la pandemia continuerà a ritirarsi e si entrerà nella “nuova normalità”. Tuttavia, solo perché l’apprendimento virtuale sta rallentando, non significa che anche i progressi tecnologici nell’istruzione lo faranno. Anzi, il settore dell’istruzione sta iniziando a comprendere i vantaggi di evolversi con la tecnologia e di abbracciare i progressi in un settore piuttosto tradizionale. Un vantaggio fondamentale che continueremo a vedere è l’introduzione dei sistemi di gestione dell’apprendimento e delle informazioni sugli studenti (SIS e LMS).

L’introduzione di un SIS e di un LMS completamente integrati nella vostra offerta formativa presenta molti vantaggi, soprattutto in un ambiente di formazione superiore in cui l’apprendimento ibrido inizierà a dominare. L’esigenza di accessibilità virtuale si rivelerà uno dei punti di forza principali: studenti, genitori e persino insegnanti sono ormai abituati a poter gestire la propria vita con la semplice pressione di un tasto. L’accesso a biblioteche di contenuti virtuali, tour virtuali, opportunità di apprendimento esterne o persino diversi metodi di comunicazione virtuale diventerà una consuetudine nell’apprendimento moderno, e nessuna di queste possibilità è realizzabile senza un LMS o un SIS forte.

Preparatevi per il futuro: non vi aspetterà.

Come dice il vecchio proverbio, non prepararsi è prepararsi a fallire. Questo vale per tutti i settori: se non vi preparate adeguatamente, non sarete in grado di stare al passo con gli sviluppi tecnologici e rimarrete indietro rispetto ai vostri concorrenti più preparati.

Il settore dell’istruzione, come la maggior parte del mondo, era tristemente impreparato alla pandemia e quindi molti hanno premuto il pulsante del panico. All’inizio del 2020, era impensabile che il COVID-19 fosse in grado di attraversare il mondo, per non parlare di fermarlo. Non sorprende che le aziende non siano state preparate, anche quando hanno fatto piani di emergenza per “ogni eventualità”.

Tuttavia, mentre ci muoviamo oltre la pandemia COVID-19, verso la nostra “nuova normalità”, gli esperti continuano a prevedere che questa non sarà l’ultima pandemia che il mondo vedrà. È chiaro che dobbiamo essere più preparati se dovesse verificarsi una situazione simile, ma le aziende devono comunque prendere tutte le precauzioni necessarie per essere preparate al meglio.

Per l’istruzione, il cambiamento più importante è stato il passaggio all’apprendimento virtuale e l’implementazione di una tecnologia utilizzabile in grado di supportarlo. Se i fornitori di istruzione sono in grado di gestire con successo un modello di apprendimento virtuale, ibrido o misto, sarà molto più facile e indolore passare all’apprendimento virtuale, nel caso in cui si verifichi un altro blocco o un altro evento globale.

Allo stesso modo, gli studenti hanno un maggiore controllo sulle strutture educative che frequentano, soprattutto quando salgono di livello, quindi essere in grado di fornire le offerte più aggiornate e tecnologicamente avanzate farà sì che il vostro istituto diventi più desiderabile per gli studenti che sono più richiesti o che cercano di più dal loro fornitore di istruzione.

Uno sguardo al futuro

In definitiva, ci aspettiamo che il prossimo anno sia un passaggio a una “nuova normalità”, una fusione tra l’apprendimento tradizionale e i nuovi progressi tecnologici. Realisticamente, i gradini più bassi della scala educativa (come la scuola primaria) rimarranno probabilmente più tradizionali, con l’apprendimento faccia a faccia e fisico a farla da padrone. Tuttavia, è probabile che le università e gli istituti di istruzione superiore forniscano una combinazione di apprendimento virtuale e fisico.

Nonostante questi cambiamenti, l’aspettativa più grande per questo nuovo anno sarà quella di essere cauti nei confronti del cambiamento, abbracciando la tecnologia per prepararsi ad affrontare l’imprevisto, nel caso in cui il nostro mondo si fermi di nuovo.

Domande frequenti

Che cos’è l’apprendimento ibrido?

L’apprendimento ibrido combina l’apprendimento tradizionale e fisico con l’apprendimento virtuale online, offrendo una miscela di metodi di apprendimento sincroni e asincroni, dando forma al futuro dell’istruzione.

Come può la mia istituzione prepararsi al futuro dell’istruzione?

Per prepararsi al futuro, le istituzioni scolastiche devono adottare la tecnologia, implementare sistemi SIS e LMS solidi e adattarsi a modelli di apprendimento ibridi per rimanere competitivi e resilienti in un panorama in continua evoluzione.

Classter può supportare sia l’apprendimento tradizionale faccia a faccia che gli ambienti di apprendimento virtuali?

Sì, Classter offre funzionalità complete per supportare modelli di apprendimento ibridi, consentendo alle istituzioni di integrare senza problemi metodi di apprendimento tradizionali e virtuali.

Il nostro team è pronto ad aiutarvi a configurare Classter per il successo della vostra istituzione!

Saremo lieti di parlare di come possiamo lavorare insieme per aiutarvi a sbloccare il pieno potenziale di produttività della vostra istituzione.

Trova altri articoli

Articoli correlati

Scelta del redattore

footer form background spheres

Unitevi alle centinaia di organizzazioni
che utilizzano Classter per aumentare l'efficienza di
e semplificare i processi.

Grazie a una piattaforma che renderà la gestione di ogni aspetto della vostra istituzione semplice ed efficiente, potrete sbloccare il pieno potenziale della vostra istituzione. Il nostro team è sempre pronto ad aiutarvi a iniziare.